CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

512. Valentina Sciascia / BabyMama

7 minuti 1270 parole

I tester più affidabili? Sono i suoi figli. Intervista a Valentina Sciascia, founder di BabyMama. Entra in contatto con Valentina

Parole: 1.200 | Tempo di Lettura: 6 minuti

Valentina Sciascia_profilo

Ha sempre lavorato nel mondo di internet ma, quando ha scoperto di essere incinta, l’azienda per cui lavorava l’ha lasciata a casa. Valentina, oggi 41enne separata e mamma di Leonardo (9 anni) e Giulio (7), non si è persa d’animo, e tre anni fa ha avviato un suo shop online: BabyMama. Sulla scia di un blog nato alcuni anni prima con due amiche, BabyMama vende accessori per bambini, giochi, decorazioni, mobili e molte curiosità.

BabyMama: in cosa consiste l’attività?
È uno shop online dove si possono acquistare prodotti molto particolari per bambini e da pochissimi giorni anche accessori per le mamme. Sono frutto di un’accurata ricerca e selezione da parte mia ma anche dei miei figli, che testano per primi i prodotti facendomi le loro osservazioni. In fondo i bambini sono i destinatari dei miei prodotti e quindi il parere dei miei figli conta molto. I prodotti che scelgo devono essere innanzitutto di ottima qualità, quindi realizzati con materiali ecologici ed ecosostenibili, certificati, oppure fatti a mano da piccoli artigiani o addirittura dai genitori stessi. E poi ci sono prodotti “non commerciali” e non convenzionali, che raramente si vedono in Italia. Molte novità insomma, che vado a ricercare all’estero: Germania, Francia, Finlandia, Austria, Svezia, Stati Uniti… C’è di tutto: dai giocattoli all’arredamento per le camerette dei più piccoli, ma anche prodotti decisamente molto originali, come vestiti che si possono colorare, lavare e colorare da capo, carrozzine che con un solo gesto si trasformano in passeggini, vaschette morbide per il bagnetto che si possono strizzare e riporre, seggioloni tascabili per chi non ha spazio in casa…

Valentina Sciascia4

[pullquote]Ho lavorato giorno e notte…continuando ovviamente a fare la madre.[/pullquote]

Quando nasce?
Lo shop è nato tre anni fa, sulla scia di un blog nato due anni prima insieme a due mie amiche diventate poi anche socie. Per motivi pratici ed economici abbiamo deciso di recente di dividerci. Loro continuano a seguire il blog mentre io, più appassionata di e-commerce, ho deciso di prendere in gestione lo shop da sola. Da gennaio 2015 è andato online il nuovo sito, con una nuova grafica, nuovi contenuti e prodotti, un nuovo logo e, appunto, un nuovo nome: babymama.it. Ho lavorato giorno e notte per riprendere tutti i contatti, stringere partnership con le aziende, inserire da capo tutti i contenuti del sito, occuparmi della contabilità, di marketing e dei social (Facebook, Twitter, Pinterest, newsletter ecc.). Il tutto continuando ovviamente a fare la madre.

Quali motivi ti hanno spinta ad avviare un e-commerce?
Nel 2009 decisi con le mie amiche di pubblicare un blog per mamme e bambini dove parlavamo di vari argomenti e dove presentavamo dei prodotti che trovavamo particolari, originali e inusuali. Oggi esistono mille blog sull’argomento ma allora fummo tra le prime. Il blog ebbe subito successo e i nostri lettori iniziarono a chiederci dove poter acquistare questi prodotti. Fu allora che ci venne in mente di creare uno shop. Oltretutto eravamo, siamo, tre mamme e cercavamo un’attività in proprio che ci permettesse di continuare ad occuparci di bambini e famiglia.

Quanto tempo è passato dall’idea alla concreta realizzazione?
Qualche mese di duro lavoro per l’avvio ma, dopo la messa online, il lavoro continua ad essere comunque tantissimo, specie ora che lo gestisco da sola. Gli aggiornamenti sono giornalieri, così come la ricerca di nuovi prodotti.

Valentina Sciascia6

Che tipo di investimento hai dovuto fare per avviare l’attività?
L’investimento principale sono stati la mia forza lavoro e il mio sudore. Da un punto di vista economico, invece, poche centinaia di euro, giusto per l’apertura dell’attività, l’iscrizione in Camera di Commercio, l’apertura della partita Iva, il commercialista: per le pratiche burocratiche insomma. Non avevo la possibilità di fare grandi investimenti, anche se avrebbero sicuramente aiutato molto, e quindi ho dovuto puntare solo su di me. Avevamo anche partecipato a qualche bando che offriva sussidi per le nuove attività o per l’imprenditoria femminile, ma non ne abbiamo mai vinti.

Quali sono state le difficoltà che hai incontrato?
Direi le difficoltà di qualunque lavoro nuovo. Bisogna informarsi continuamente, imparare a usare nuovi programmi, imparare a tenere la contabilità, studiare le statistiche del sito per capire cosa va e cosa no. Occorre mantenere una rete di contatti con mamme e blogger e monitorare tutti i competitor. Ma quando si ha passione per quello che si fa, la fatica è obiettivamente tanta ma il piacere di farlo rende tutto più leggero. L’altra difficoltà è certamente quella di conciliare il lavoro con la gestione della vita personale. Per potermi occupare da sola di 2 figli, un cane, della casa e di me stessa, mi ritrovo spesso a lavorare anche di notte, o sabato e domenica. Ecco, questo un po’ faticoso lo è.

Valentina Sciascia7

Che lavoro svolgevi prima?
Ho sempre lavorato in ambito internet. Per sette anni sono stata content manager di un’azienda pioniera che sviluppava siti internet e prodotti multimediali per clienti e aziende importanti. Poi sono stata direttore di un’e-commerce, ma quando ho informato i miei capi di essere incinta, sono stata lasciata a casa. A quel punto ho deciso, per i primi anni, di dedicarmi ai miei figli. Appena i figli sono cresciuti e hanno iniziato ad andare a scuola, ho ricominciato a cercare lavoro ma, complice la crisi economica e il mio essermi fermata, non sono riuscita a trovare nulla. A quel punto mi sono reinventata, decidendo di svolgere lavori autonomi che mi permettessero di continuare a fare la mamma, soprattutto perché nel frattempo mi ero anche separata. E allora ho aperto il blog e lo shop online, ho fatto un corso come perito grafico e, quando potevo, mi dedicavo all’addestramento dei cani, un lavoro imparato ai tempi dell’università e sul quale ho acquisito una grandissima esperienza. La verità quindi è che faccio tre lavori contemporaneamente: per me è fondamentale mettermi sempre in gioco, avere questo tipo di soddisfazione e di autonomia.

[pullquote]mi dà grandi soddisfazioni e dà un senso a tutta la fatica fatta.[/pullquote]

Stai già raccogliendo i vantaggi della tua attività in proprio?
Vantaggi economici ancora pochi perché sono online da poco tempo. Di soddisfazioni personali, invece, ne ho da vendere. I clienti e i lettori di BabyMama mi scrivono continuamente per farmi i complimenti per la qualità dei prodotti, per la gentilezza e la professionalità, per la rapidità del servizio. Spesso mi raccontano dei loro figli e si è creato un clima familiare abbastanza inusuale per chi acquista o vende online: mi dà grandi soddisfazioni e dà un senso a tutta la fatica fatta.

Valentina Sciascia3

Come si svolge la tua giornata tipo?
Mi sveglio alle 7, preparo e porto i bambini a scuola. Un caffè al volo con qualche mamma e alle 8:30 sono in palestra. Dopo mi metto al computer, faccio le commissioni in casa e fuori, e nel pomeriggio vado a riprendere i bimbi a scuola. Poi corro da una parte all’altra per portarli alle varie attività sportive o a casa insieme ai loro amici, che spesso rimangono a cena o a dormire. Preparo la cena e zaini e vestiti per il giorno successivo. Quando vanno a dormire spesso ricomincio a lavorare su BabyMama. Ah, in tutto questo cerco di coltivare il rapporto con il mio attuale compagno, che vive però a 500 Km da me.

Sei soddisfatta? Progetti futuri?
Mi ritengo soddisfatta, affaticata ma soddisfatta. La mia vita non potrebbe essere altrimenti e a me piace così. Se dopo tanto impegno arrivassero anche le soddisfazioni economiche, sarebbe il massimo. Ma è ancora presto per dirlo.

Valentina Sciascia5

Elisa di Battista

Intervista a cura di Elisa di Battista

Giornalista, appassionata di comunicazione, digitale, social media, fotografia. Blogger, racconta storie di giovani e artigianato sul suo blog www.laureatiartigiani.it. Seguila su Twitter: @ElisaDiBattista

Lascia un commento