CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

606. Antonella Sinigaglia / Fannabee

5 minuti 900 parole

Da una grande collezione di cd, vinili e memorabilia nasce la startup per veri intenditori di musica. Intervista ad Antonella Sinigaglia di Fannabee. Entra in contatto con Antonella.

Parole: 891 | Tempo di lettura: 4 minuti

 

founder_FANNABEE

Spinta da un’enorme passione per Kylie Minogue e da una super collezione di articoli musicali dedicati alla nota cantante australiana, la giovane Antonella Sinigaglia decide di sviluppare una nuova idea di business, pensata per i tantissimi collezionisti di musica e studiata per risolvere i tre problemi principali del collezionismo: catalogare, vendere e acquistare.

Antonella di cosa ti occupavi e di cosa ti occupi oggi?

Ero e sono tuttora UI/UX designer. Lavoro dal 2001 nell’ambito del design di siti web e applicazioni mobile per grandi brand e startup. Il design è la mia più grande passione assieme alla musica e alla tecnologia; mi piace l’idea di poter cambiare le piccole cose, le piccole abitudini degli utenti attraverso nuovi pattern di design e di user experience.

Cosa ti ha spinto ad intraprendere il nuovo progetto di business?

Personalmente è stato un percorso naturale, non riesco a stare in una routine troppo a lungo, amo sperimentare sempre idee nuove e mettermi alla prova con nuove sfide. Non mi sono trovata in una situazione di stallo oppure di scarsa soddisfazione; tutt’altro, il clima di innovazione e di entusiasmo che circonda il settore di cui mi occupo mi ha spronato ancor di più a fare e creare qualcosa di nuovo.

mika_noplaceinheaven_Deluxe Box set_open

Come è arrivata l’idea di Fannabee?

Gestisco dal 2002 la community ufficiale italiana dell’artista Kylie Minogue, di cui sono fan sfegatata e super collezionista. Entrando in contatto con altri fan anch’essi collezionisti, ho avuto modo di comprendere che la mia esigenza di catalogare precisamente tutti i vinili, cd, e cimeli vari posseduti era condivisa da molti. Era uno degli argomenti di discussione più frequenti: si parlava spesso del fatto che si acquistassero duplicati (di vinili e cd ad esempio) anche molto costosi per il semplice fatto di non ricordarsi di averli già acquistati!

In effetti è più semplice di quel che si pensi perdere il conto dei dischi collezionati, oppure dimenticarsi di possedere una particolare variante quando si contano migliaia di oggetti, basta pensare che una collezione media va dai 6.000 ai 15.000 pezzi.

Ci spieghi che cos’è Fannabee e quali servizi offre?

Fannabee è la piattaforma dedicata ai collezionisti di musica per catalogare, vendere e comprare Cd, Vinili e Memorabilia. Cos’è la memorabilia? Ad esempio la maglietta acquistata durante un concerto, o il biglietto stesso! Grazie a Fannabee gli utenti possono catalogare tutti i propri dischi in un click, semplicemente cercando l’artista o il nome del disco e cliccando su “ce l’ho”. La piattaforma oltre ad offrire le discografie collezionabili di oltre 4 milioni di artisti di tutto il mondo a partire dagli anni ‘50, dà la possibilità di importare la collezione raccolta tramite un file Excel e di convertirla in digitale. Gli utenti si ritrovano i propri cimeli ordinati una bellissima interfaccia fruibile da ovunque. Naturalmente è anche un marketplace dove gli utenti stessi possono mettere in vendita i propri doppioni, aggiungere ai preferiti ed acquistare direttamente dagli altri fan.

platform

Quali fasi hai affrontato per riuscire ad attuare il tuo progetto di business?

Bene o male le fasi che ogni startup si trova quasi inevitabilmente davanti al suo percorso. Inizialmente c’è la necessità di trovare un team affiatato e all’altezza, lo studio del mercato, trovare i capitali iniziali per sviluppare il prodotto e in seguito la promozione. Nel caso di Fannabee ci sono state diverse realtà che hanno creduto ed investito nel progetto, ora dobbiamo riuscire a camminare con le nostre gambe ed ottenere investimenti più importanti.

Le difficoltà maggiori incontrate durante il percorso?

Bella domanda! Le difficoltà non sono state poche. Prendiamo ad esempio una delle feature di Fannabee: il marketplace. Quando si sta servendo due tipologie di clienti, c’è molto a cui pensare, soprattutto quando è necessario che queste due realtà lavorino insieme. Inevitabilmente si fanno molti errori – alcuni costosi – lungo la strada, l’aspetto positivo è portarsi a casa apprendimento e iterazione. Occorre un match bilanciato tra persone che cercano e altre che vendono, mentre in cima alla piramide troviamo gli artisti che a loro volta si aspettano un certo numero di fans all’interno della piattaforma.

Screen

Obiettivi raggiunti e nuovi traguardi da conseguire?

Quest’anno abbiamo lanciato la piattaforma fannabee.com, attualmente in beta, e l’app Fannabee Go a supporto del marketplace disponibile per iOS e Android. Ora vogliamo concentrarci sull’Italia e farci conoscere per poi conquistare i paesi più attivi nel collezionismo musicale in Europa. Tra qualche anno immagino Fannabee come una grande community dove ogni giorno milioni di persone si trovano virtualmente e non solo, per vendere e acquistare le rarità tanto sognate, per confrontarsi e condividere la propria expertise con nuovi e più giovani appassionati

I tuoi consigli per creare un business plan di successo?

Purtroppo non esiste una formula scientifica per creare un business plan di successo. Per me l’importante è avere degli obiettivi chiari e dimostrare di poterli raggiungere. Questa è la sola misura che conti perché è quella su cui si basa la costruzione del business plan ed è quella su cui è possibile misurare il grado di avanzamento della startup.

Infine aggiungerei l’importanza delle metriche e la capacità di saperle interpretare, team, cultura aziendale e ancor più importante la capacità di dare priorità – inclusa l’abilità di scommettere su cosa può funzionare e cosa no!

The Beatles_Watch Collection Limited Edition 4watchs

Sonia Marazia

Intervista a cura di Sonia Marazia

Digital creative e content editor con una grande passione per la digital art. Credo nella forza della rete e della creatività condivisa, concepita come energia per progettare nuove idee e nuove strade.

Lascia un commento