CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

611. Cristian Fracassi / Isinnova

3 minuti 408 parole

Isinnova è un incubatore di idee che diventano brevetti. Ne parliamo con il suo ideatore Cristian Fracassi, ingegnere classe 1983. Entra in contatto con Cristian

Parole: 404 | Tempo di lettura: 2 minuti

fracassi-700

In un solo anno l’incubatore bresciano Isinnova ha analizzato 180 invenzioni, ne ha considerati 65 innovative per il mercato, ne ha trasformate 40 in progetti in fase di realizzazione e di queste 5 sono state finanziate. Isinnova è una piattaforma di progetti ingegneristici e invenzioni che investe nella creatività e punta sui brevetti.

Ma oggi che assistiamo alla terza rivoluzione industriale manifatturiera, dove la tecnologia permette con facilità e a bassi costi di produrre nuova manifattura, saltano i vincoli delle economie di scala, i mercati sono aumentati esponenzialmente in virtù della necessità di offrire finanche singoli prodotti a singoli consumatori in una economia della coda lunga, che fine fanno e faranno i brevetti?

Quell’invenzione italiana, per la precisione veneziana del XV secolo e che assicura a inventori-imprenditori un monopolio in un certo territorio per un certo numero di anni, sembra che oggi, lontani dalla standardizzazione taylorista, abbiano meno senso.

E invece il numero di brevetti è in aumento, anzi in Italia il 2015 è stato l’anno record con 3.979 richieste di registrazione (+9%) ad Epo (European Patent Office), l’ente che gestisce le domande di tutela della proprietà intellettuale in Europa, un aumento doppio rispetto alla media europea (4,8%).

Il collo di bottiglia a questo punto non è tanto l’ideazione ma lo sviluppo e la commercializzazione dell’invenzione brevettata.

isinnova-700

Isinnova si propone proprio come banca di idee da analizzare, progettare, brevettare e immettere nel mercato. Si comincia con l’analisi dell’idea e la sua concretizzazione, si procede con la progettazione, i test e la prototipazione. La terza fase è burocratico-legale e si concentra sulla registrazione del brevetto. Infine il prodotto viene immesso nel mercato con attività di promozione e comunicazione.

In questo modo in un anno dalla fondazione, Cristian Fracassi, ingegnere classe 1983 con un dottorato in materiali per l’ingegneria, racconta come 5 invenzioni siano diventati prodotti finiti, dal mattone per costruire case in tempi rapidi al cubo di ghiaccio che indica il grado di congelamento, dalla scatola nera per gli edifici all’etichetta intelligente talmente sottile da essere inserita direttamente all’interno degli stampi nella fase di iniezione. Le invenzioni finanziate si possono ascrivere nel mercato in grande crescita dell’IoT, l’Internet of Things, oggetti intelligenti che messi in comunicazione immagazzinano dati e danno informazioni con cui interagire per migliorare la vita quotidiana. Tutti ancora da brevettare.

Alessio Sartore

Intervista a cura di Alessio Sartore

Il suo sito è alessiosartore.com

Lascia un commento