CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Angelo Nardozza

6 minuti 1045 parole

Un architetto? Sì, ma low cost. Intervista a Angelo Nardozza di Progettoquasigratis. Entra in contatto con Angelo

Parole: 1033 | Tempo di Lettura: 4 minuti e mezzo

unco-angelonardozza-1

Angelo Nardozza, è un architetto 35enne milanese che ha deciso di rivedere – modellando le proprie competenze e il proprio approccio su quelle che sono le regole imposte dalla crisi – il proprio mestiere, avviando un progetto che prevede consulenze low cost e va così incontro alle esigenze dei suoi clienti. Ha creato il sito Progettoquasigratis.it, con cui risponde alle domande di clienti con proposte creative e funzionali alla portata di tutte le tasche.

Come hai deciso di fare consulenze online low cost?

La consulenza di un architetto per creare la propria casa o il proprio spazio lavorativo è piuttosto costosa e, soprattutto in questo momento, non è certo alla portata di tutti, per cui il lavoro per noi architetti scarseggia. Per vivacizzare la mia attività, circa un anno e mezzo fa ho deciso di offrire consulenze a basso costo via internet. Una consulenza fatta tramite internet può avere un costo molto più basso rispetto a una tradizionale, perché si riesce a offrire un servizio più rapido e si abbattono molte spese (per sopralluoghi, spostamenti, stampe, etc.). L’altro vantaggio è poter raggiungere clienti in tutta Italia o anche oltre, quindi un professionista può ampliare notevolmente il proprio raggio d’azione. Naturalmente una consulenza con questa modalità può essere offerta solo per interventi di semplice realizzazione, che non richiedano la presenza diretta dell’architetto sul posto, oppure per farsi un’idea di come potrebbe essere la propria casa.

Quali sono gli step necessari per aprire una attività come la tua?

Dal punto di vista legale tutto questo rientra nella normale attività di architetto libero professionista, per cui è necessaria l’abilitazione e l’iscrizione a un Ordine degli Architetti, l’iscrizione a Inarcassa (l’ente previdenziale per gli architetti e gli ingegneri liberi professionisti) e, naturalmente, la partita Iva. Aprire poi un sito è semplice, e se non si hanno conoscenze specifiche ci si può rivolgere a uno dei tanti servizi che permettono di creare un sito in maniera molto semplice e a basso costo o addirittura gratis.

Di  cosa ti occupi precisamente?

Il sito  è la declinazione low cost della mia attività di architetto, che abbraccia principalmente due settori. Uno è l’architettura d’interni, un mondo sempre stimolante, soprattutto per chi, come me, ha un grande amore per il design. L’altro è la progettazione di spazi per la musica e lo spettacolo, quindi studi di registrazione, sale prova, spazi per conferenze e show in generale. Quest’ultimo è un settore molto specialistico, di nicchia, a cui sono approdato unendo la mia formazione da architetto alla mia innata passione per la musica, l’acustica e l’audio, che mi ha portato a operare anche nel campo dell’audio per lo spettacolo. Mettendo insieme tutte queste competenze posso progettare uno spazio di questo tipo occupandomi contemporaneamente del progetto di architettura e di quello relativo all’acustica e ai sistemi audio.

Come ti promuovi la tua attività online? sfrutti i social media?

Per promuovere il sito uso i social network, sicuramente il miglior strumento di promozione per un sito internet, e la pubblicità via internet, ma mi affido anche ai più tradizionali volantini. Non è poi da sottovalutare il passaparola, importantissimo anche per un’attività online.

Come hai trovato i tuoi ultimi clienti?

Alcuni clienti si rivolgono a me dopo aver fatto delle ricerche su internet, altri mi contattano dopo aver letto il volantino, altri ancora su consiglio di amici o parenti già miei clienti.

Quali progetti hai realizzato? Ce ne citi alcuni che ritieni più soddisfacenti e che senti ti rappresentino meglio?

Ho realizzato progetti per abitazioni private, uffici, negozi, locali, studi di registrazione, spazi per spettacoli e conferenze, ambienti domestici ottimizzati per l’hi-fi o l’home theater. I progetti più soddisfacenti sono quelli che nascono da una buona intesa con il cliente. Questa cosa è fondamentale.  Quando il cliente conosce bene le proprie esigenze e i propri desideri e confida pienamente in te per realizzarli, certo che stai facendo la cosa migliore per lui, non può che venir fuori un ottimo progetto.

In questa attività online come ti muovi, dal contatto del cliente in poi?

Il cliente tipo mi contatta tramite il sito scrivendomi una email, in seguito alla mia risposta compila la scheda informativa scaricabile dal sito e mi invia tutto il materiale necessario per elaborare il progetto, quindi piante e foto dell’ambiente da risistemare. Valuto la situazione e, se si tratta di una consulenza fattibile via internet, do al cliente l’ok per il pagamento e mi metto al lavoro. Durante l’elaborazione del progetto, per dubbi e chiarimenti, comunico col cliente tramite telefono o email e, una volta terminato il lavoro, spedisco il book per email. A volte, se l’immobile è a Milano o dintorni, il cliente preferisce incontrarmi di persona sul posto e desidera che faccia direttamente io il rilievo, naturalmente pagando degli extra.

Indicativamente quanto costa un tuo progetto?

Per le consulenze online offro diverse formule, tutte descritte sul sito con le relative tariffe, in modo da soddisfare tutte le possibili esigenze di consulenza che si possono offrire via internet. La tariffazione per ognuno dei servizi offerti è in base alla metratura dell’ambiente. Il progetto base, quindi un progetto di massima per la sistemazione di un ambiente, costa 1,5 euro per mq, con un minimo di 50 euro. Facendo un esempio, per un appartamento di 70 mq il cliente spende soltanto 105 euro. Il progetto completo, che definisce l’ambiente in tutti i dettagli, quindi arredi, materiali, finiture, colori, decorazioni, illuminazione, costa 4 euro per mq, con un minimo di 350 euro. Indicativamente, a parità di prestazione, sono costi almeno dimezzati rispetto al normale compenso di un architetto.

Come implementi le tue conoscenze accademiche e come le sfrutti nel tuo mestiere?

La professione di architetto, come tutte le professioni, si fonda sulle conoscenze acquisite durante gli studi all’università, sugli studi fatti in autonomia e sull’esperienza maturata sul campo. Nel caso delle consulenze online, in particolare, cerco di indirizzare tutto questo verso l’obiettivo di offrire una soluzione pratica ed  efficace ma di massima chiarezza e semplicità di interpretazione per il cliente. Nel fornire la consulenza punto anche alla rapidità, che per il cliente si traduce in rapidità di esecuzione dei lavori. unco-angelonardozza-2 unco-angelonardozza-3 unco-angelonardozza-4 unco-angelonardozza-5 unco-angelonardozza-6

Elisa di Battista

Intervista a cura di Elisa di Battista

Giornalista, appassionata di comunicazione, digitale, social media, fotografia. Blogger, racconta storie di giovani e artigianato sul suo blog www.laureatiartigiani.it. Seguila su Twitter: @ElisaDiBattista

Lascia un commento