CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Disarmonica / Jose Angel Irigarai / Poesie / 5 euro

3 minuti 446 parole

Disarmonica è il nuovo libro Uncò. Disarmonica è un libro di poesie inedite del poeta basco Jose Angel Irigarai. Parla di solitudine come un filo d’argento. Il filo c’è davvero, la solitudine anche.

Abbiamo incontrato Jan (così si fa chiamare abbreviando Jose e Angel, ma potete chiamarlo anche Iri, dal suo cognome Irigarai) un anno fa grazie a Silvia Chieregatti, un’amica comune. Jan è un poeta basco classe 1942. Vive a Iruñea, che noi chiamiamo Pamplona, ma viaggia, Jan viaggia un sacco.

 

Hai lasciato le finestre aperte
di fronte all’attesa
e il treno va avanti,
più belvedere fuori
più vuoto per dentro
(…)
vorresti tornare indietro ma non è possibile
malgrado, ogni volta
il mondo comincia di nuovo
ti sussurra
l’amore che ti manca accanto.


Jan è venuto a trovarci a Verona e ci ha portato le sue poesie inedite. Sono poesie dure e spigolose come la sua lingua. Jan parla bene anche l’italiano e le poesie che abbiamo pubblicato la ha tradotte lui. Ci sono alcuni errori ma a noi piaceva così. Ci piace che rimangano gli errori in italiano.

Le poesie di Jan parlano di solitudine. La solitudine è un filo d’argento. La solitudine in queste parole è anche bella ma sempre, sempre disarmonica. Una parola che non esiste, una musica che stona, uno sbaglio, un precipizio scivoloso, una voce che viene da lontano, eccola.

 

Jose Angel Irigartai – Te l’avevo detto

 

Te l’avevo detto
nel giardino della solitudine
tutto pende da un filo d’argento
e nel filo si sente
ora si, ora no
il palpito dell’avventura umana
l’eco del firmamento,
e quando meno te lo aspetti
esce Medea vestita di nero
-tutto è perso- dice
e tu senti la tragedia,
e dall’altra parte esce Mnemesis
vestita di bianco,
camminando incontro alla notte
non dice nulla,
tu vuoi andare
sposare lei
nel sogno della sua immortalità,

il filo ora si taglia ora brilla
nel giardino della solitudine. 

Il filo l’abbiamo preso e usato per tenere legato il libro. Un filo di alcantara rilega il libro con un nodo piano incrociato. Il libro è un grande foglio 100 per 35 centimetri piegato a mano a fisarmonica. Ma una fisarmonica stonata, disarmonica.

Le poesie vanno lette a voce alta. Vanno sbagliate, rilette, lasciate riposare, aperte, sporcate, regalate.

Disarmonica è il nuovo libro Uncò di poesie inedite in basco e italiano di Jose Angel Irigarai. Disarmonica è stampato su carta riciclata Polyedra Rivive Pure Natural Offset, piegato a mano e costa 10 euro. Disarmonica te lo tieni in casa e lo sbirci ogni tanto. Disarmonica soffia solitudine. Ma quella buona, quella che ogni tanto serve.

(Le foto del prodotto Disarmonica sono di Lucrezia Pascale. Le foto di Jose Angel Irigarai sono di Tommaso Cinti presso The Fab)

Acquista Disarmonica

Alessio Sartore

Intervista a cura di Alessio Sartore

Il suo sito è alessiosartore.com

Lascia un commento

Racconta la tua Storia