CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

440. Niccolò Mugnaini / ENN+W

5 minuti 932 parole

New York mi ha aperto la mente, mi ha fatto capire in che direzione volessi andare. Intervista a Niccolò Mugnaini di ENN+W. Entra in contatto con Niccolò

Parole: 912 | Tempo di Lettura: 4 minuti

uncomag-ENN--W-2015-Niccolo-Mugnaini-Pitti

Mentre mi trovavo a Firenze per Pitti, ho incontrato Niccolò Mugnaini durante il suo evento di presentazione della collezione uomo F/W 2015-16. È stato lui stesso a mostrarmi le sue creazioni – capispalla per uomini giovani ma che riconoscono il valore dell’abito sartoriale – e a spiegarmi il progetto. Il nome del brand, ENN+W, è formato dall’anagramma della parola new e dall’iniziale del nome di Niccolò. 

Niccolò, quando ti sei avvicinato al mondo della moda?
Più che essermi avvicinato io al mondo della moda, direi che è il mondo della moda che si è avvicinato a me. Infatti “respiro questa aria” sin da piccolo, perché mia madre ha sempre lavorato nel settore ed è stata una figura fondamentale nel trasmettermi tutta la sua passione e il suo entusiasmo.

C’è stato un episodio particolare che ti ha fatto decidere di fondare un tuo marchio?
Direi che è stato un periodo. Tre anni fa ho vissuto per un po’ a New York, dove ho avuto la possibilità di vedere e osservare tanti stili e modi di vivere differenti. Così ho iniziato a focalizzarmi su quello che volevo realmente fare e sullo stile che volevo dare alle mie future creazioni.

Quanto ti rappresentano le tue creazioni e dove trovi l’ispirazione?
Le mie creazioni mi rappresentano molto perché penso sempre che il primo cliente di ENN+W debba essere io. E questo fa sì che tutte le cose che faccio in qualche modo rappresentino il mio stile e il mio modo di vedere le cose. Per quanto riguarda l’ispirazione, la prendo da tutto ciò che mi circonda e soprattutto dai viaggi che spesso faccio. Infatti vedere altre culture e altri paesi ti aiuta molto e ti apre la mente. Inoltre ho una ragazza che lavora con me, molto brava, che cura lo stile ed è fondamentale.

Che cosa caratterizza lo stile ENN+W?
Lo stile di ENN+W si può definire streetstyle. Però abbiamo cercato di unire questo stile alla sartorialità classica tipica della nostra cultura. E infatti le nostre creazioni penso siano un ottimo punto di incontro tra due stili che sembrano diametralmente opposti, ma che in realtà hanno molti punti in comune.

Quali sono i capi e gli accessori irrinunciabili nel guardaroba di un uomo?
Direi che un bell’abito e un bel cappotto non devono mancare mai nel guardaroba di un uomo. Per quanto riguarda gli accessori a me piacciono particolarmente le cinture, da abbinare con le scarpe, e le pochette. Ne ho tantissime e di tutte le fantasie.

Chi compra i tuoi abiti? C’è un pubblico di riferimento preciso?
La mia clientela è un pubblico giovanile che però ha già una maturità nel vestire. Infatti sempre più giovani stanno iniziando a preferire i cappotti ai piumini e magari un bell’abito ogni tanto. Come range di età comunque direi che 25-40 anni è il mio target di riferimento.

Quali sono i tuoi canali distributivi?
Abbiamo una persona che ci segue la parte commerciale e in più stiamo chiudendo un contratto con uno showroom a Milano che ci seguirà esclusivamente per l’estero. Questo perché noi puntiamo molto sul mercato orientale ed è li che vorremmo ampliarci nei prossimi anni.

Hai incontrato qualche difficoltà nel tuo percorso?
Difficoltà tantissime, e ne sto incontrando tuttora. È un mondo complicato in cui piano piano sto iniziando a sapermi muovere. Però di strada ne devo fare ancora molta prima che riesca a capire a pieno questo stupendo ma anche difficilissimo settore.

Che cosa vedi nel tuo futuro imprenditoriale?
Nel mio futuro ora vedo ENN+W. Voglio cercare di realizzare i miei sogni e di raggiungere gli obiettivi che mi sono dato. Poi il futuro non lo posso prevedere, anche se conoscendomi sono sicuro che qualche altro progetto verrà fuori.

Partecipi a fiere di settore? Sono utili per il tuo prodotto?
Ancora di fiere non ne ho fatte. Però il prossimo anno abbiamo intenzione di partecipare al Pitti Immagine e al Tranoï a Parigi. Spero che siano utili e che ci aiutino a migliorare la nostra rete vendita. Se faremo un’intervista l’anno prossimo ti dirò se sono realmente servite!

Oggi in Italia quanto contano creatività e Made in Italy, ma soprattutto c’è spazio per i brand indipendenti?
La creatività conta tantissimo e conta soprattutto il sapersi distinguere perché il nostro è un mercato saturo e la differenza la fanno sempre di più i dettagli. Io ho la fortuna di essermi potuto finanziare da solo, ma se così non fosse stato probabilmente non so se ce l’avrei fatta perché in Italia ormai è sempre più difficile che qualcuno investa su noi giovani.

Destino o capacità personali, che cosa conta di più per un imprenditore?
Direi entrambi. Senza capacità e intuito non vai da nessuna parte però anche il destino ha un ruolo fondamentale. Trovarsi nel posto giusto al momento giusto ti può dare quella spinta necessaria a per partire. Poi chiaramente devi essere bravo a portare avanti il progetto e fortunato nell’avere con te persone competenti e di cui ti fidi ciecamente.

Progetti futuri per ENN+W?
Ora stiamo cercando di uscire dall’Italia e di far conoscere il nostro marchio all’estero. Per il prossimo anno poi vorremmo aprire anche il primo monomarca a Milano e aggiungere vari accessori alla nostra collezione. Insomma di progetti e di sogni ce ne sono tanti, ora sta a noi far si che si realizzino.

Enn-W-Fall-Winter-Collection-2015_16-

uncomag-ENN+W-2015-capispalla-pitti

uncomag-ENN+W-2015-pitti-uomo

uncomag-ENN-w-Niccolo-Mugnaini-Pitti-Uomo-Firenze-collezione-2015-2016

enn-w-fall-winter-2015

uncomag ENN-w-team

Irene D'Agati

Intervista a cura di Irene D'Agati

Ama l'odore dei vecchi libri, ma è una tech lover. Le piace definirsi fashion geek. Il suo blog è www.nonsoloborse.net

Lascia un commento