CONTATTAMI

Mettiamoci in contatto!

Per contattare l'intervistato devi accedere a Uncò Mag


Oppure Iscriviti manuamente

Marta Cucciniello

4 minuti 692 parole

Eccellenza e qualità sono alla base di tutto il mio lavoro. Intervista a Marta Cucciniello. Entra in contatto con Marta

Parole: 736 | Tempo di Lettura:

unco-cucciniello-1

Dopo la formazione in un istituto di moda, un master e diverse esperienze lavorative, anche con grandi nomi del fashion system, la fashion designer Marta Cucciniello decide di fondare il suo brand omonimo. Gli abiti che crea sono ideali per la donna attenta alla qualità e alla ricercatezza dei tessuti.

Marta qual è il tuo lavoro?

Sono una fashion designer. Ho fondato recentemente la mia omonima linea di abbigliamento MARTACUCCINIELLO. Nel mio quotidiano la mia professione è a metà tra il creativo e l’imprenditoriale: mi occupo personalmente del prodotto seguendone le varie fasi, dalla creazione alla realizzazione. Insieme al mio staff qualificato con esperienza decennale, mi impegno a uscire sul mercato con un prodotto di altissima qualità, innovativo grazie all’approfondita ricerca stilista e all’utilizzo di materiali esclusivamente Made In italy.

Quando e perché hai deciso di fondare un tuo marchio?

Nel 2013, dopo varie esperienze lavorative ho deciso di mettermi in gioco fondando la mia azienda e il mio marchio. Ho sempre desiderato realizzare una linea di abbigliamento femminile tutta mia.

Se dico eccellenza e qualità a che cosa pensi?

Sicuramente a qualcosa di esclusivo e ricercato, dalla creazione alla realizzazione: qualità ed eccellenza sono caratteristiche fondamentali per me in ogni cosa, e di conseguenza anche nelle mie collezioni. Nel mondo della moda bisogna privilegiare il Made in Italy in quanto risulta ancora essere il top di gamma ed è ancora molto richiesto.

Quale donna veste Marta Cucciniello?

Una donna contemporanea che ama il particolare, un prodotto di ricerca, attenta alla qualità e allo stile.

C’è un’esperienza, formativa o lavorativa, che più di tutte ti è stata d’aiuto?

Sono riconoscente agli insegnamenti appresi all’Istituto Marangoni, dove ho trovato un ambiente stimolante e competitivo. Molto importante è stata anche la mia collaborazione con due aziende di rilevanza internazionale. Quella con Ratti, la seteria del gruppo Marzotto, è stata fondamentale per la conoscenza del tessuto, dei processi e delle tecniche di creazione della stampa. L’esperienza con Fendi mi è servita per conoscere tutte le fasi di un progetto: dalla creazione e dallo sviluppo di una collezione fino all’ispirazione dei colori e delle forme.

So che hai conseguito anche un master e hai lavorato in una sartoria a contatto con delle artigiane.

Sì, il master in modellistica e il lavoro in sartoria hanno integrato la mia formazione in modo più tecnico e concreto in termini di modelli, ricerca di finiture e attenzione per i dettagli, ma è l’esperienza diretta con i miei collaboratori che ha completato la mia formazione e mi ha permesso di costruire delle forti basi per sviluppare il mio brand.

Ormai da tempo anche i grandi marchi hanno riscoperto i laboratori artigianali, tu con chi collabori per la realizzazione dei tuoi capi?

Sono tutti laboratori italiani del Nord Italia che realizzano unicamente prodotti Made in Italy.

Quali sono i tuoi mercati di riferimento?

Sicuramente l’estero, dove il mercato del lusso è ancora forte e in continua ascesa. Paesi come la Russia, gli Emirati Arabi, Cina e Giappone sono al momento tra i miei punti di riferimento.

Si parla tantissimo di e-commerce. Hai intenzione di aprire anche uno shop online?

Credo che in questo particolare periodo storico gli e-commerce rappresentino sicuramente una soluzione in più per i marchi affermati e un ottimo modo per un brand emergente di introdurre il proprio prodotto nel mercato. Per questi motivi abbiamo deciso di intraprendere questa strada e breve uscirà l’e-commerce diretto sul sito.

So che hai partecipato a diverse fiere di settore, tra cui Parigi, perché è così importante visitarle?

Fiere ed eventi di settore sono fondamentali, soprattutto per i brand emergenti poiché consentono di avere un contatto diretto con i buyers. Sono utilissime anche dal punto di vista della comunicazione e della promozione soprattutto attraverso blog e social network.

Progetti per il futuro?

Sono tornata da poco dalla presentazione ufficiale della mia collezione Primavera-Estate 2015 alla fiera parigina Première Classe, e nei prossimi viaggi in Oriente incontrerò alcuni partner commerciali. Tutto questo, ovviamente, non prima di aver creato le basi per la prossima collezione Autunno-Inverno 2015.

unco-cucciniello-2

unco-cucciniello-3

unco-cucciniello-4

Irene D'Agati

Intervista a cura di Irene D'Agati

Ama l'odore dei vecchi libri, ma è una tech lover. Le piace definirsi fashion geek. Il suo blog è www.nonsoloborse.net

Lascia un commento